Le Lapidi

Le lapidi nel portico Si tratta per lo più di epigra­fi sepolcrali appartenenti ad epo­che diverse che vanno dalla tarda latinità all’Alto Medioevo, ora murate sotto il portico della chiesa e rinvenute nei dintorni della pieve. Testimoniano l’insediamento in questi territori nei secoli in cui non abbiamo altre fonti, soprat­tutto testimoniano, come giusta­mente osserva il […]

Il Portico

Nel 1619 Don Giaco­mo Ferri, grazie al contributo dei parrocchiani e concorrendo egli stesso alle spese, iniziò importan­ti interventi, volti a rimodernare ed ingrandire la chiesa. I lavori iniziarono dall’interno, che venne completamente rifatto e proseguirono, l’anno successivo, nella facciata, che appariva disa­dorna. Allo scopo di migliorare l’illuminazione della navata cen­trale, al posto del rosone […]

Organo

Durante il restauro conservativo delle decorazioni interne della chiesa del 2007, eseguendo alcuni saggi di pulitura sulla cassa d’organo si è portato alla luce la seguente scritta: ELEEMOS./ PIORUM / ANNO / 1733 Per inciso, la cassa d’organo è quella costruzione in legno, finemente lavo­rata, appoggiata al muro che copre le canne dell’organo. Sappiamo che […]

Campanile

Il Campanile è collocato sul lato Nord, a fianco della Chiesa La colorazione rossa della mura­tura, la particolare geometria della tessitura, il rigoroso equili­brio dei volumi e le decorazioni impiegate ne rivelano la datazio­ne più antica rispetto alla chiesa attuale. Lesene rampanti ad evi­denziare gli spigoli salgono fino alla copertura, a spiovente legger-mente inclinato; lesene […]

La comunità di Pieve di Budrio

Quando è nata la comunità di Pieve di Budrio? Riguardo la fondazione di questa comunità non esistono fonti certe, ma lo studioso Golinelli fa risalire l’antichissima Pieve di Budrio all’anno 401 per opera del vescovo di Bologna, San Felice, (400-30) che da Diacono, a Milano era stato presente allo scoprimento fatto da S. Ambrogio (374-97) […]

Storia della Pieve

Il termine Pieve viene dal latino Plebem che si deve intendere nel significato di comunità, popolazione unita nella fede di Cristo. Le pievi furono le prime forme organizzative della struttura ecclesiastica cristiana nel territorio diocesano rurale. Il termine “Pieve” indicò dapprima la comunità di fedeli, quindi passò a designare la circoscrizione territoriale (Plebatus) nel cui […]

La croce carolingia

Croce Carolingia La croce di marmo bianco, probabilmente greco, alta quasi due metri e larga uno e mezzo, che ora si trova nella prima cap­pella a sinistra, è una preziosa nonché pregevole testimonianza dell’arte religiosa del periodo carolingio nel nostro territorio, da sempre il simbolo stesso della Pieve di Budrio. Fu fatta costruire nell’anno 828 […]

La chiesa sommersa

Attraversando le cantine sot­tostanti la canonica, lungo un percorso sempre discendente, si arriva a costeggiare un muro visi­bilmente più antico, inglobato nel sistema strutturale portante del complesso ecclesiastico, ma che presenta caratteristiche che ne fanno supporre l’originario ruolo di parete esterna. Uno stretto e suggestivo pertugio attraverso la parete ci porta all’interno della parte architetto­nicamente […]